interviste

A tu per tu con Giovanni Cammalleri («Ancora Italia Liguria»)

Che cosa significa per te «Ancora Italia – per La Sovranità Democratica» e perché non è un partito come gli altri?

 Il partito Ancora Italia è fatto di perone nuove perché le fondamenta su cui andiamo a costruire sono individui fuori dai vecchi sistemi e dalle logiche dei partiti tradizionali.

Quali sono gli obiettivi a lungo termine che ti poni con «Ancora Italia – per La Sovranità Democratica»?

 I principali obiettivi sono il ripristino della Costituzione, che è stata calpestata in questi ultimi tempi, e diventare un’Italia meritocratica mettendo in primo piano gli interessi nazionali.

Il partito punta molto sull’aspetto culturale e informativo. Perché è così importante?

È un aspetto fondamentale perché un popolo ignorante culturalmente ha portato a questo disastro politico ed economico per cui portando al centro la cultura ed il sapere si potrà ripristinare una buona politica e a cascata una nazione forte spiritualmente ed economicamente.

Ora la battaglia politica si concentra sul Green Pass e sui diritti costituzionali. Ma quali sono le altre priorità, secondo te, della nostra forza politica?

L’Italia è il più bel paese del mondo: deve essere presentata degnamente, implementando il turismo, le infrastrutture e l’autosufficienza energetica.

Quali sono le peculiari battaglie politiche che intendete portare avanti sul vostro territorio

Scalzare assolutamente dalle poltrone regionali chi ha gestito in malo modo una Liguria martoriata da inefficienze che riguardano infrastrutture stradali e la rivalutazione della costa e dell’entroterra.

Back to top button